CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I nuovi Servizi Demografici

Recapiti telefonici:

           Sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) : 0984 9294299

           Delegazione comunale (via B.Croce,75): 0984 934837

Indirizzi di posta elettronica certificata (PEC):

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Indirizzi di posta elettronica:

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.                 

                    

 

Orario ufficio sportello:

  • sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno)

    • da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00
    • martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30

    Si comunica che le richieste di cambio residenza / cambio via / abitazione potranno essere effettuale nella giornata di:

    • Martedì presso la Sede del Comune di Montalto Uffugo previo appuntamento al seguente numero di telefono: 0984 9294214;
      • dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30

     

Orario ufficio sportello:

  • sede Delegazione comunale (via B.Croce,75)

    • da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00
    • martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30

    Si comunica che nelle giornate di LUNEDI' e MERCOLEDI' si riceve solo previo appuntamento telefonico al seguente numero di telefono: 0984 934837;

    Si comunica che le richieste di cambio residenza / cambio via / abitazione potranno essere effettuale nella giornata di:

     Giovedì presso la Delegazione del Comune di Montalto Uffugo previo appuntamento al seguente numero di telefono: 0984 9294214


     Il Responsabile riceve:

             Lunedì Mercoledì e Venerdì  presso la sede di Montalto Centro;

             Martedì e Giovedì presso la Delegazione Comunale.

 

 

Cosa sono i Servizi Demografici

L’attività dei Servizi Demografici, effettuata a mezzo di pubblici registri, ha il compito di garantire e provare la certezza dell’identità delle persone, delle loro generalità, della loro condizione, del luogo di dimora abituale, del diritto di voto.

IN PRIMO PIANO

 

ANAGRAFE 2STATO CIVILE 2levaSTATISTICAELETTORALE 2

 

 

MODULISTICA 2

 

 CARTA DEI SERVIZI

 

 

 

Notizie - I nuovi Servizi Demografici
  • 11/04/2024 - AGGIORNAMENTO MODULISTICA PRESENTAZIONE CANDIDATURE (2)

    11/04/2024 - AGGIORNAMENTO MODULISTICA PRESENTAZIONE CANDIDATURE (2)

    Aggiornamento della presentazione delle candidature per le amministrative 2024.   VADEMECUM PER LA PREPARAZIONE E LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE PUBBLICAZIONE MINISTERIALE N.1 DEL MINISTERO DELL'INTERNO (ANNO 2024)  
  • Elezioni europee 2024: Raccolta firme per la presentazione delle liste di candidati alle elezioni europee (2)

    Elezioni europee 2024: Raccolta firme per la presentazione delle liste di candidati alle elezioni europee (2)

    Elezioni europee 2024: raccolta firme per la presentazione delle liste di candidati. In vista delle elezioni europee 2024, sono disponibili i moduli per la raccolta firme per la presentazione delle liste dei canditati. Possono sottoscrivere le liste i cittadini maggiorenni iscritti nelle liste elettorali muniti di documento di riconoscimento valido,  presso l'ufficio elettorale in p.zza Francesco de Munno (primo piano). Attualmente vengono raccolte le firme per le liste dei canditati promosse da: LISTA DEMOCRAZIA SOVRANA POPOLARE entro e non aoltre il 19 Aprile LISTA INSIEME LIBERI entro e non oltre il 02 Aprile LISTA PACE TERRA DIGNITÀ  entro e non oltre il 13 Aprile
  • 29/02/2024 - Integrazione liste in ANPR: attivazione servizio di rilascio dei certificati elettorali

    29/02/2024 - Integrazione liste in ANPR: attivazione servizio di rilascio dei certificati elettorali

    Integrazione liste in ANPR: attivazione servizio di rilascio dei certificati elettorali Il Ministero dell’Interno annuncia l’attivazione, dal  4 marzo 2024, del servizio di rilascio dei certificati elettorali tramite ANPR Con circolare 21/2024 del 27 febbraio, i Servizi Elettorali del Viminale rendono noto che dal prossimo 4 marzo saranno attivati i servizi di consultazione dei propri dati elettorali e di richiesta della certificazione relativa al godimento dell'elettorato attivo in modalità telematica, in virtù di quanto disposto dall'art.4 del decreto del Ministro dell'Interno del 17 ottobre 2022, che consente ai cittadini stessi di utilizzare, con esclusivo riferimento alla propria posizione, e attraverso il sito web di ANPR, specifici servizi volti a garantire la consultazione, la verifica, l'eventuale richiesta di rettifica dei propri dati elettorali, nonché il rilascio in modalità telematica della certificazione relativa al godimento dell'elettorato attivo, mediante l'emissione on-line di documenti digitali muniti di sigillo elettronico qualificato. Per accedere ai servizi sopra indicati, il cittadino, che deve essere iscritto in ANPR, deve autenticarsi nell'area riservata del portale ANPR tramite identificazione informatica con le modalità di cui all'art. 64 del CAD, ovvero tramite identificazione elettronica ai sensi dell'art. 6 del Regolamento (UE) 2015/91 O del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 luglio 2014. Le caratteristiche del servizio Il servizio di certificazione consente: di richiedere il certificato di godimento dei diritti politici, nonché il certificato di iscrizione nelle liste elettorali anche in forma contestuale; la visione dell'anteprima del documento, funzionale alla verifica della correttezza dei dati ivi contenuti, e la possibilità di scaricarlo in formato pdf o riceverlo via e-mail o tramite domicilio digitale, laddove eletto. Al fine di fomire precise indicazioni per l'utilizzo del servizio, nell'Area riservata di ANPR, sarà resa disponibile la Guida al cittadino. Il cittadino potrà, inoltre, richiedere assistenza all'indirizzo e-mail: assistenza.anpr.cittadini@sogei.it.
  • 16/02/2024 - RICHIESTA D'ISCRIZIONE LISTA ELETTORALE AGGIUNTA DEI CITTADINI U.E. PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE E DEL PARLAMENTO EUROPEO 2024

    16/02/2024 - RICHIESTA D'ISCRIZIONE LISTA ELETTORALE AGGIUNTA DEI CITTADINI U.E. PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE E DEL PARLAMENTO EUROPEO 2024

    I cittadini di uno Stato dell’Unione europea residenti in Italia che intendono esercitare il diritto di voto in occasione delle ELEZIONI AMMINISTRATIVE, devono presentare al sindaco del Comune italiano di residenza una domanda per l’iscrizione nell’apposita lista elettorale aggiunta, relativa a tali consultazioni - istituita presso il Comune stesso - entro il 40° giorno (30 aprile 2024)antecedente la data fissata per le elezioni. ​Nella domanda devono essere dichiarate: la cittadinanza; la residenza e l'indirizzo nello Stato di origine; la richiesta di iscrizione nell'anagrafe della popolazione residente nel comune. I cittadini dell’Unione europea possono esercitare il diritto di voto in Italia anche per le ELEZIONI EUROPEE. Anche in questo caso è necessario presentare al sindaco del Comune italiano di residenza una domanda per l’iscrizione in altra apposita lista elettorale aggiunta, relativa a tali consultazioni, istituita presso il Comune stesso - entro il 90° giorno (11 marzo 20204)  antecedente la data fissata per le elezioni. Nella domanda devono essere espressamente dichiarati: la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto; la cittadinanza; l'indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine; il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine; l'assenza di un provvedimento giudiziario, penale o civile, a carico, che comporti,secondo la legislazione dello Stato di origine, la perdita del diritto di voto. Requisiti per l’inclusione nelle liste elettorali aggiunte: status di cittadino di Stato membro dell’Unione Europea intenzione ad esercitare l’elettorato attivo in Italia residenza nel Comune o in corso di iscrizione anagrafica (per Elezioni Amministrative) godimento dei diritti civili e politici nel paese di origine. L’iscrizione nella lista aggiunta permane fino a espressa richiesta di cancellazione o fino a cancellazione d'ufficio nei casi previsti. Link Esterni   Riferimenti normativi   Paesi Membri dell' Unione Europea Decreto legislativo 12 aprile 1996, n. 197 Decreto legge 24 giugno 1994, n. 408 Legge 3 agosto 1994 n. 483
  • 16/02/2024 - DECRETO LEGGE N.7 DEL 29.01.2024 DISPOSIZIONI URGENTI PER LE CONSULTAZIONI ELETTORALI DELL'ANNO 2024 E IN MATERIA DI REVISIONI DELLE ANAGRAFI DELLE POPOLAZIONI

    16/02/2024 - DECRETO LEGGE N.7 DEL 29.01.2024 DISPOSIZIONI URGENTI PER LE CONSULTAZIONI ELETTORALI DELL'ANNO 2024 E IN MATERIA DI REVISIONI DELLE ANAGRAFI DELLE POPOLAZIONI

    Decreto legge n.7 del 29 gennaio 2024 recante "Disposizioni urgenti per le consultazioni elettorali dell'anno 2024 e in materia di revisioni delle anagrafi della popolazione residente e di determinazione della popolazione legale". Disposizioni attuative. (Circ.n.7/2024 Ministero dell'Interno - Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali - Direzione Centrale per i Servizi Elettorali) documento in allegato
  • 23/10/2023 - CENSIMENTO PERMANENTE  DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2023

    23/10/2023 - CENSIMENTO PERMANENTE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI 2023

    Cos'è il Censimento permanente? Dal 2018, l'Istat rileva, con cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione dimorante abitualmente sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche a livello nazionale, regionale e locale. Il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni non coinvolge tutte le famiglie italiane, ma ogni anno un campione di esse: nel 2023 saranno circa 1 milione di famiglie, residenti in 2531 comuni. Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni 2023 Dal mese di ottobre 2023 riparte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, con cui l’Istat rileva, con cadenza annuale e non più decennale, le principali caratteristiche della popolazione che dimora sul territorio e le sue condizioni sociali ed economiche. A differenza dei censimenti del passato, i censimenti permanenti coinvolgono solo una parte di territorio e di popolazione, quindi vengono presi in considerazione dei campioni rappresentativi. Nel 2023 a Montalto Uffugo sono chiamate a partecipare un campione di famiglie. Partecipare al Censimento è un obbligo di legge e la violazione dell’obbligo di risposta prevede una sanzione. Compilazione online del questionario Hai ricevuto una lettera nominativa dall’Istat che ti invita a partecipare al Censimento? Fai parte del campione statistico che dovrà rispondere in autonomia al Censimento: compila al più presto il questionario on line, accedendo con le credenziali che trovi nella lettera. Queste famiglie riceveranno via posta, a partire dalla fine di settembre 2023, una lettera ufficiale a firma del Presidente dell’Istat e un pieghevole informativo. La lettera informativa avvisa le famiglie coinvolte dell’avvio della rilevazione e delle sue finalità e modalità di svolgimento e fornisce le credenziali di accesso personali al questionario online e tutti i contatti per ricevere assistenza gratuita e chiarimenti. Il pieghevole contiene altre informazioni utili sul Censimento. Tutte le risposte ai quesiti del questionario devono fare riferimento alla data del 1° ottobre 2023, ad eccezione dei casi in cui nella domanda sia indicato un periodo diverso. A partire dal 2 ottobre 2023, la famiglia può compilare in autonomia il questionario online, anche presso uno dei Centri comunali di rilevazione (CCR), attivi per tutta la durata dell’operazione censuaria, dove sono presenti postazioni con accesso a internet o dove è possibile ricevere l’aiuto di un operatore comunale. Le famiglie che non compilano il questionario online o che lo fanno in maniera incompleta riceveranno dei promemoria dall’Istat già a partire dalla seconda metà di ottobre 2023.  Compilare il questionario online è possibile fino al 11 dicembre 2023. Dal 12 dicembre le famiglie potranno ancora rispondere, ma solo attraverso le seguenti modalità: – contatto telefonico da parte di un operatore comunale per effettuare l’intervista – visita a casa di un rilevatore, anche su appuntamento, per effettuare l’intervista faccia a faccia – intervista faccia a faccia con un operatore comunale presso i Centri Comunali di Rilevazione. La rilevazione si chiude il 22 dicembre 2023.   L’assistenza alla compilazione del questionario è completamente gratuita. Per informazioni o supporto: contattare Numero Verde Istat 800 188 802, attivo dal 2 ottobre  al 22 dicembre, tutti i giorni, compresi sabato e domenica dalle ore 9 alle ore 21 contattare o andare presso uno dei Centri comunali di rilevazione istituiti in ciascun Comune scrivere a censimento.lista@istat.it
  • 17/10/2023 - AGGIORNAMENTO PERIODICO DELL’ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI SCRUTATORE DI SEGGIO

    17/10/2023 - AGGIORNAMENTO PERIODICO DELL’ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI SCRUTATORE DI SEGGIO

    AGGIORNAMENTO A DOMANDA DELL’ALBO UNICO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI SCRUTATORE DI SEGGIO ART.9, LEGGE 30 aprile 1999, n. 120  IL SINDACO    Visto che ai sensi dell’articolo 1 della legge 08\03\1989, n. 95, come modificato dall’articolo 9 della legge 30 aprile 1999, n. 120, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.101 del 3 maggio 1999, ogni Comune della Repubblica è tenuto ad istituire un unico Albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale comprendenti i nominativi degli elettori che presentino apposita domanda;    Rilevato che, a tal fine, entro il mese di ottobre di ogni anno, nell’albo pretorio del Comune ed in altri luoghi pubblici, deve essere affisso un apposito manifesto;  INVITA      Gli elettori che desiderino essere inseriti nell’Albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale, a presentare domanda, a partire dal 01 novembre e non oltre il   30 novembre 2023 presso questo Comune.    Si precisa che l’inclusione nel predetto Albo è subordinata al possesso dei seguenti requisiti: essere elettore del Comune di Montalto Uffugo; avere assolto gli obblighi scolastici. Sono inoltre esclusi dalle funzioni di Scrutatore di sezione elettorale coloro che si trovano nelle condizioni di cui all’art. 23 del T.U. delle leggi per la composizione e la elezione degli organi della amministrazioni comunali, approvato con D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570, ed art. 38 del T.U. delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei Deputati, approvato con D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 (1) .    Per il ritiro dei modelli di domanda e per ogni altra informazione, gli interessati possono rivolgersi al personale addetto all’ufficio elettorale comunale durante il normale orario di lavoro, diversamente scaricando il modello allegato al presente avviso. Montalto Uffugo, li 17 ottobre 2023                                                                                                                                   IL SINDACO                                                                                                                                        f.to   (Avv. Pietro Caracciolo)  
  • 18/09/2023 - AGGIORNAMENTO PERIODICO DELL’ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI PRESIDENTE DI SEGGIO ELETTORALE

    18/09/2023 - AGGIORNAMENTO PERIODICO DELL’ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI PRESIDENTE DI SEGGIO ELETTORALE

    AGGIORNAMENTO PERIODICO DELL’ALBO DELLE PERSONE IDONEE ALL’UFFICIO DI PRESIDENTE DI SEGGIO ELETTORALE ART. I, LEGGE 21 MARZO 1990, 53  IL SINDACO Visto l’articolo 1 della legge 21\03\1990, n. 53, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 1990, che ha istituito l’Albo delle persone idonee all’ufficio di Presidente di seggio elettorale presso la cancelleria di ciascuna Corte d’Appello; Visto che i cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune, in possesso dei requisiti di idoneità, possono chiedere, nel mese di OTTOBRE 2023, di essere iscritti nel predetto Albo presentando apposita domanda al Sindaco ai sensi dell’art. 1 della citata legge n. 53/1990; viste, inoltre, la circolare del Ministero dell’Interno n. 135/2000 comunicata con Prefettizia n. 103/333 Elett. e la circolare prefettizia n. 28172/2013/Elett.; INVITA gli elettori che abbiano interessi ad essere inseriti nell’albo delle persone idonee all’ufficio di Presidente di seggio elettorale, a presentare domanda, a partire dal 01 ottobre e non oltre il   31 ottobre 2023 presso questo Comune. Si precisa che l’inclusione nel predetto Albo è subordinata al possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado e che nella domanda devono indicarsi: data di nascita, titolo di studio, residenza, professione, arte o mestiere, e l’indicazione di più date di esperienze, da Vicepresidente, segretario o scrutatore di seggio elettorale. Sono esclusi dalle funzioni di Presidente di ufficio elettorale di sezione coloro che si trovano nelle condizioni di cui all’art. 23 del T.U. delle leggi per la composizione e l’elezione degli organi delle amministrazioni comunali, approvato con D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570, ed art. 38 del T.U. delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei Deputati, approvato con D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361(1) e della circolare prefettizia sopra indicata. Per il ritiro dei modelli di domanda e per ogni altra informazione, gli interessati possono rivolgersi al personale addetto all’ufficio elettorale comunale durante il normale orario di lavoro, diversamente scaricando il modello allegato al presente avviso. Montalto Uffugo, li 18 settembre 2023                                                                                                                                                                IL SINDACO                                                                                                                                               f.to (Avv. Pietro CARACCIOLO) Ai sensi dell’articolo 23 del T.U. delle leggi per la composizione e la elezione degli organi delle amministrazioni comunali e dell’articolo 38 del T.U. delle leggi recanti norme per la elezione della Camera dei Deputati non possono esercitare le funzioni di Presidente di Ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario le persone che appartengono alle seguenti categorie: coloro che, alla data delle elezioni, hanno superato il settantesimo anno di età; i dipendenti dei Ministeri dell’interno, delle poste e delle telecomunicazioni e dei trasporti; gli appartenenti alle Forze armate in servizio; i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti; i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali; i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.
  • 15/09/2023 - RACCOLTA FIRME PROPOSTA DI LEGGE DIINIZIATIVA POPOLARE

    15/09/2023 - RACCOLTA FIRME PROPOSTA DI LEGGE DIINIZIATIVA POPOLARE "UN CUORE CHE BATTE"

    RACCOLTA FIRME PROPOSTA DI LEGGE DIINIZIATIVA POPOLARE "UN CUORE CHE BATTE" Si informa la cittadinanza che fino al 07 NOVEMBRE 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della iniziativa popolare dal titolo: "UN CUORE CHE BATTE"   TESTO DEL PROGETTO DI LEGGE “Introduzione del comma 1-bis nell'art.14 Legge 22 maggio 1978, n.194” All'art. 14 Legge 22 maggio 1978, n.194, contenente "Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza", si aggiunge il seguente: «comma 1-bis. Il medico che effettua la visita che precede l'interruzione volontaria di gravidanza ai sensi della presente legge, è obbligato a far vedere, tramite esami strumentali, alla donna intenzionata ad abortire, il nascituro che porta nel grembo e a farle ascoltare il battito cardiaco dello stesso». COMITATO PROMOTORE: ASSOCIAZIONE " ORA ET LABORA IN DIFESA DELLA VITA" Iniziativa annunciata nella Gazzetta Ufficiale Nr. 114 del 017 MAGGIO 2023 ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30
  • 29/08/2023 - ANAGRAFE (CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA E CERTIFICAZIONI)

    29/08/2023 - ANAGRAFE (CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA E CERTIFICAZIONI)

    Per sopraggiunti impedimenti oggettivi, si avvisa che il servizio di rilascio CIE (Carta d'Identità Elettronica) e certificazioni in questa settimana viene svolto presso la sede della delegazione. Si ringrazia per la collaborazione Il responsabile Avv.Carmelina Pugliese
  • 31/07/2023 - RACCOLTA FIRME CONTRO LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE, ALLEVAMENTI INTENSIVI E MANIFESTAZIONI STORICHE

    31/07/2023 - RACCOLTA FIRME CONTRO LA SPERIMENTAZIONE ANIMALE, ALLEVAMENTI INTENSIVI E MANIFESTAZIONI STORICHE

    Raccolta di firme per Referendum contro la sperimentazione animale, allevamenti intensivi e manifestazioni storiche Si informa la cittadinanza che fino al 15 SETTEMBRE 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della proposta di legge  di iniziativa popolare annuncizata sulla G.U. n°83 del 07/04/2023. TESTO DELLA PROPOSTA: ABROGAZIONE ART. 19 TER DISPOSIZIONI DI COORDINAMENTO E TRANSITORIE CODICE PENALE (LEGGI SPECIALI IN MATERIA DI ANIMALI) “Volete voi che sia abrogato l’art. 19 ter “Leggi speciali in materia dianimali” delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penaleregio decreto 28 maggio 1931, n. 601, introdotto dall’art. 3 legge 20 luglio2004, n. 189 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievovenatorio”, limitatamente alle seguenti parole: “di sperimentazionescientifica sugli stessi” e “nonché dalle altre leggi speciali in materia dianimali”?” Volete voi che sia abrogato l’art. 19 ter “Leggi speciali in materia dianimali” delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penaleregio decreto 28 maggio 1931, n. 601, introdotto dall’art. 3 legge 20 luglio2004, n. 189 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievovenatorio”, limitatamente alle seguenti parole: “di allevamento” e “nonchédalle altre leggi speciali in materia di animali”?”. “Volete voi che sia abrogato l’art. 19 ter “Leggi speciali in materia dianimali” delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penaleregio decreto 28 maggio 1931, n. 601, introdotto dall’art. 3 legge 20 luglio2004, n. 189 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievovenatorio”, limitatamente alle seguenti parole: “alle manifestazioni storichee culturali” e “nonché dalle altre leggi speciali in materia di animali”?” COMITATO PROMOTORE: ASSOCIAZIONE RISPETTO PER TUTTI GLIA ANIMALI APS   ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 dal 04 settembre anche il martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30      
  • 23/06/2023 - PROPOSTA DI LEGGE AD INIZIATIVA POPOLARE SULLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SALARIO MINIMO

    23/06/2023 - PROPOSTA DI LEGGE AD INIZIATIVA POPOLARE SULLE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI SALARIO MINIMO

    Raccolta di firme per una proposta di legge ad iniziativa popolare sulle Disposizioni in materia di salario minimo Si informa la cittadinanza che fino al 09 NOVEMBRE 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della proposta di legge  di iniziativa popolare annunciztz sulla G.U. n°117 del 20/05/2023. IL TESTO DELLA PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE  Art. 1 Definizione Ogni lavoratore di cui all’art. 2094 c.c., visto l’art. 36, comma 1, della Costituzione ha diritto, con riferimento alla paga base oraria, ad un trattamento economico minimo orario non inferiore a 10 EURO lordi l’ora. Qualora il datore di lavoro corrisponda una paga base oraria inferiore a quanto previsto al comma 1, il trattamento economico che costituisce retribuzione proporzionata e sufficiente ai sensi del comma 1 è quello del contratto collettivo nazionale di settore che stabilisce per i lavoratori il trattamento economico di miglior favore e la cui paga base non sia inferiore nel minimo a 10 euro all’ora al lordo degli oneri di legge, contributivi e fiscali. La retribuzione oraria lorda minima di 10 euro deve intendersi riferita al livello di inquadramento più basso previsto dalla contrattazione collettiva. Ogni lavoratore ha inoltre diritto al pagamento della tredicesima mensilità, delle retribuzioni differite, delle ore di lavoro straordinario, degli scatti di anzianità e altre competenze previste dai CCNL di settore applicati al rapporto di lavoro e che prevedano una paga base non inferiore a quanto previsto dal comma 1. Ai fini dell’applicazione della presente legge è fatta salva l’applicazione al lavoratore / lavoratrice dei contratti collettivi nazionali, territoriali e aziendali stipulati dalle associazioni dei datori e dei prestatori di lavoro che prevedono un trattamento economico minimo orario, corrispondente al livello di inquadramento più basso, superiore all’importo del trattamento economico minimo legale. Art. 2 Meccanismo di rivalutazione Con decreto del Ministero del Lavoro, il minimo salariale si rivalorizza alla data del primo gennaio e del primo luglio di ogni anno sulla base dell’indice dei prezzi al consumo armonizzato per i paesi dell’Unione Europea (IPCA). Art. 3 Applicazione ai rapporti di lavoro non subordinato La disciplina di cui alla presente legge si applica ai rapporti di collaborazione che si concretano in prestazioni di lavoro prevalentemente personali, continuative e le cui modalità di esecuzione sono organizzate dal committente. Le disposizioni di cui al presente comma si applicano anche qualora le modalità di esecuzione della prestazione siano organizzate mediante piattaforme anche digitali. Il compenso di cui al comma 1 non può essere complessivamente inferiore a quello stabilito dal contratto collettivo nazionale – identificato secondo quanto previsto dall’art. 1 della presente legge – che disciplina, nel medesimo settore o in settori affini, mansioni equiparabili svolte dai lavoratori con contratto di lavoro subordinato, avuto riguardo al tempo normalmente necessario per fornire la stessa opera o servizio. Art. 4 Sanzioni Il datore di lavoro che eroga al lavoratore un compenso inferiore a quello risultante dall’art. 1 è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria: da euro 1.500 a euro 9.000 per ciascun lavoratore retribuito in misura inferiore al salario minimo, in caso di impiego del lavoratore sino a trenta giorni di effettivo lavoro; da euro 3.000 a euro 18.000 per ciascun lavoratore retribuito in misura inferiore al salario minimo, in caso di impiego del lavoratore da trentuno e sino a sessanta giorni di effettivo lavoro; da euro 6.000 a euro 36.000 per ciascun lavoratore retribuito in misura inferiore al salario minimo, in caso di impiego del lavoratore oltre sessanta giorni di effettivo lavoro. In relazione alla violazione di cui al presente articolo, trova applicazione la procedura di diffida di cui all’articolo 12 del decreto legislativo 23 aprile 2004, n. 124, e successive modificazioni. Al datore di lavoro che consapevolmente affida l’esecuzione di opere o la prestazione di servizi a un soggetto che non rispetta quanto previsto dall’articolo 1 si applica la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di un importo da 500 euro a 1.000 euro per ciascun lavoratore, commisurato alla durata e all’entità della violazione. In deroga a quanto previsto dall’art. 16 della legge n. 689 del 1981, non si applica il regime del pagamento in misura ridotta. In caso di reiterazione si applicano le sanzioni di cui al comma 1 e 2 maggiorate per un terzo. In tutti i casi successivi alla prima reiterazione l’importo è elevato fino alla metà. In aggiunta alla sanzione amministrativa di cui al co.1, il datore di lavoro è tenuto anche, nei riguardi del lavoratore, all’erogazione di tutte le differenze retributive maturate fino all’applicazione della retribuzione di cui all’art. 1, co. 1, salvo il diritto al risarcimento di danni ulteriori. L’applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui ai commi 1 e 2 comporta altresì l’esclusione, per la durata di tre anni, dalla partecipazione a gare pubbliche d’appalto di opere o di servizi, dalla concessione di agevolazioni finanziarie, creditizie o contributive e da finanziamenti pubblici di qualunque genere. L’apposizione di un termine alla durata di un contratto subordinato non è ammessa per le aziende che violano l’art. 1 della presente legge, per la durata di tre anni. In caso di violazione di tale divieto il contratto si trasforma in contratto a tempo indeterminato. Art. 5 Norme transitorie I contratti o accordi di lavoro con paga oraria inferiore al trattamento minimo legale, di cui al all’art. 1, sono adeguati automaticamente entro sei mesi dalla data di pubblicazione della presente Legge.   COMITATO PROMOTORE: UNIONE POPOLARE     ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30        
  • 16/06/2023 - REFERENDUM ABROGATIVO CONTRO LA CACCIA

    16/06/2023 - REFERENDUM ABROGATIVO CONTRO LA CACCIA

    RACCOLTA FIRME PER INDIZIONE REFERENDUM ABROGATIVI CONTRO LA CACCIA Si informa la cittadinanza che fino al 18 agosto 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della richiesta di n. 2 referendum abrogativi contro la caccia dal titolo: 1. Abrogazione art. 19 ter disposizioni di coordinamento e transitorie codice penale (Leggi speciali in materia di animali) «Volete voi che sia abrogato l’art. 19 ter “Leggi speciali in materia di animali” delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penale regio decreto 28 maggio 1931, n. 601, introdotto dall’art. 3 legge 20 luglio 2004, n. 189 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio”, limitatamente alle seguenti parole: “di caccia” e “nonché dalle altre leggi speciali in materia di animali"?».  2. Abrogazione dell'articolo 842 del Codice Civile, approvato con R.D. del 16 marzo 1942 n. 262, primo e secondo comma «Volete Voi abrogare l'art. 842 del codice civile, approvato con R.D. del 16 marzo 1942 n. 262, limitatamente a: Rubrica "Caccia e"; primo comma "Il proprietario di un fondo non puo' impedire che vi si entri per l'esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno" e secondo comma "Egli puo' sempre opporsi a chi non e' munito della licenza rilasciata dall'autorita’"?». Comitato promotore: Ora referendum contro la caccia APS Iniziativa annunciata nella Gazzetta Ufficiale Nr. 83 del 07 Aprile 2023 QUESITO N.1 QUESITO N.2 COMITATO PROMOTORE: ASSOCIACIAZIONE ORA REFERENDUM CONTRO LA CACCIA ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30
  • 13/06/2023 - PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE

    13/06/2023 - PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE

    PROPOSTA DI LEGGE COSTITUZIONALE DI INIZIATIVA POPOLARE Si informa la cittadinanza che fino al 16 ottobre 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della proposta di legge costituzionale di iniziativa popolare «Modifiche agli articoli 32, 75 e 135 della Costituzione e alla legge costituzionale 25 maggio 1970, n. 352» (G.U., serie generale, n.111 del 13/05/2023) Il 12 maggio 2023 si è costituito il Comitato denominato “Assemblea Costituente dei Cittadini”, presentando presso l’Ufficio I della Corte di Cassazione il progetto di legge costituzionale di iniziativa popolare dal titolo: «Modifiche agli articoli 32, 75 e 135 della Costituzione e alla legge costituzionale 25 maggio 1970, n. 352» (G.U. n.111 del 13/05/2023). Con il progetto di legge si propongono le seguenti modificazioni: Art. 32 Costituzione – le modifiche apportate sono finalizzate ad evitare nuove future strumentalizzazioni del concetto di salute, a ridare vita alle intenzioni originarie dei Padri Costituenti, rendendo effettivi i principi dell’inviolabilità del corpo e del rispetto della dignità dell’essere umano. Il nuovo testo assicura il rispetto della salute dell’individuo, in senso materiale e spirituale, e con esso della civiltà e della democrazia. Art.75 Costituzione – Il nuovo testo dell’art. 75 Cost. intende rendere realmente accessibile ai cittadini lo strumento referendario. Sono stati eliminati tutti gli ostacoli che impediscono, nei fatti, ai cittadini di potersi esprimere ed effettuare un vaglio critico sull’operato dei propri rappresentanti politici, anche su tematiche inerenti ai rapporti internazionali, un vaglio che la Costituzione dovrebbe non solo garantire ma anche rendere effettivo. Le firme necessarie per presentare la proposta referendaria sono ridotte da 500mila a 50mila; è stato tolto il quorum costitutivo ai fini della validità del voto, in modo da responsabilizzare i cittadini ed indurli a recarsi alle urne per fare la propria scelta; è stato eliminato il divieto di referendum per le leggi di autorizzazione alla ratifica dei trattati internazionali; sono state snellite le attività di controllo delle firme raccolte e di certificazione; sono stati ridotti i tempi occorrenti per arrivare al voto in caso di raggiungimento delle firme necessarie per la presentazione della proposta referendaria. Art.135 Costituzione – Con questa modifica si conferisce ai cittadini il potere di nomina – tramite elezione a suffragio universale diretto – dei giudici della Corte Costituzionale. Lo scopo è garantire una maggiore indipendenza dalla politica dell’organo deputato alla tutela della Carta Costituzionale. I soggetti candidabili alla carica di giudici della Consulta saranno sempre magistrati della giurisdizione superiore ordinaria, docenti universitari in materie giuridiche e avvocati con 20 anni di esercizio, tutti iscritti in apposito elenco. Il mandato sarà più breve, ma rinnovabile, sempre per elezione. Anche l’elenco dei cittadini chiamati ad intervenire nei giudizi contro il Presidente della Repubblica sarà formato sulla base di un’elezione diretta, contestuale a quella dei giudici della Corte. L’Assemblea Costituente dei Cittadini si propone, quindi, di valorizzare e rendere effettivi i principi della sovranità popolare (art.1 Cost.) e della centralità dell’essere umano, che costituiscono i capisaldi della nostra Costituzione e rappresentano le fondamenta di una vera democrazia. Comitato Promotore: COMITATO ASSEMBLEA COSTITUENTE DEI CITTADINI   ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30  
  • 13/06/2023 - REFERENDUM ABROGATIVO

    13/06/2023 - REFERENDUM ABROGATIVO "RIPUDIA LA GUERRA"

    Si informa la cittadinanza che fino al 17 luglio 2023, presso l’Ufficio Elettorale, è possibile aderire alla raccolta firme a sostegno della richiesta di n. 1 referendum abrogativo contro la guerra: «Volete voi che sia abrogato l’art. 1, comma 6, lettera a), legge 9 luglio 1990, n. 185, rubricata “Nuove norme sul controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento”, e successive modificazioni (che prevede: “6. L’esportazione, il transito, il trasferimento intracomunitario e l’intermediazione di materiali di armamento sono altresì vietati: a) verso i paesi in stato di conflitto armato, in contrasto con i principi dell’art. 51 della Carta delle Nazioni Unite, fatto salvo il rispetto degli obblighi internazionali dell’Italia o le diverse deliberazioni del Consiglio dei ministri, da adottare previo parere delle camere”) limitatamente alle parole “o le diverse deliberazioni del Consiglio dei ministri, da adottare previo parere delle Camere”?» Richiesta di Referendum annunciato nella G.U.n.64 del 16.03.2023 comitato promotore: COMITATOREFERENDUMRIPUDIALAGUERRA ORARIO UFFICIO ELETTORALE sede di Montalto Centro (P.zza F.De Munno) da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 - alle ore 13.00 martedì e giovedì dalle ore 16.00 alle ore 17.30  
  • 05/05/2023 - Comunicazione Servizi Demografici

    05/05/2023 - Comunicazione Servizi Demografici

    Servizi Demografici - Aggiornamento 05/05/2023 Si comunica che le richieste di cambio residenza / cambio via / abitazione potranno essere effettuale nella giornata di: Martedì presso la Sede del Comune di Montalto Uffugo dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30 e nella giornata di: Giovedì  presso la  Sede della Delegazione Comunale dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 17.30 previo appuntamemto al seguente numero di telefono: 0984 9294214